lunedì 1 giugno 2015

Mercoledì 13 con gli amici dal Belgio: in cerca di gufi e civette sul delta

Mercoledì 13 maggio.

Una delle cose più divertenti per un Owlstoryteller è passare del tempo con gli amici in cerca di gufi, cercando  di carpirne i comportamenti etologici (che siano gufi o civette non importa). 
Se poi questi amici arrivano da altri Paesi, è sempre piacevole condividere la passione scoprendo luoghi comuni e tecniche di ricerca: una contaminazione gufosa divertente.
Ho conosciuto Lode Van de Velde alla fine di marzo in Olanda al Simposio internazionale della Civetta, bravo e appassionato “civettologo” belga ed anche valente fotografo dei nostri amati notturni. 
Quando mi ha detto che sarebbe venuto in Italia è stata spontanea la mia offerta di aiutarlo a vedere i gufi italiani. Ne ho approfittato per passare due giorni in compagnia di Chiara Guadagnini che mi ha accompagnato, lei è la mia compagna di merende gufose, gufotuber preferita e mia grande amica. Due giorni di lavoro da gufologo, cercando nidi di notturni di giorno e facendo owl watching di notte! 
E poi questo meeting gufologico internazionale sulle rive del Po.

Gufo comune : divieto di caccia! (Ph. Chiara Guadagnini)
Parto da Piacenza nel primo pomeriggio, passo a prendere a Bologna, Chiara e in poche ore ci ritroviamo catapultati nel delta del Po, uno dei posti migliori in Italia, per il birdwatching, ma anche per l’Owl watching.
Dopo aver lasciato le valige in albergo andiamo a prendere a Lido di Volano, Lode e sua moglie Tineke Van Herpe, che tra l’altro è in dolce attesa. Quindi saremo in 5!  O meglio in 4 e mezzo! 
da sx Tineke, Chiara, Lode e Marco (ph. "selfie" C.Guadagnini)
Prima di partire aspettando che faccia più buio, andiamo a mangiarci una pizza al ristorante, tutti assieme.
Il risultato è che viene fuori una bella chiacchierata a tema civette, e Lode ci spiega il mondo belga dal punto di vista della conservazione di questa specie, che è molto diverso da quello italiano: in meglio! 
Verso le 22.30 saliamo in macchina e partiamo alla ricerca dei gufi, la serata è tersa, limpida e iniziamo il nostro percorso e ci imbattiano subito in diverse civette che si lasciano osservare con facilità. 
La serata sarà un alternanza di avvistamenti, anche ravvicinati di gufi comuni e civette mentre latita il barbagianni.
Riusciamo anche a girare qualche video per gufotube (che vedrete prossimamente) e delle buone foto, sia di Chiara sia di Lode. 
Gufo comune (ph. Lode Van de Velde)
Quando ho incontrato Tineke ed ho visto che era in dolce attesa, ho pensato stanotte faremo un giro breve perché magari si affatica presto, invece l’entusiasmo di Lode e Tineke è stato davvero coinvolgente ed erano davvero entusiasti e coinvolti nell’uscita. Si vede che in loro c’è passione vera per il mondo dei gufi e non solo curiosità. Insomma lavoriamo e ci siamo anche divertiti! Meglio di così! 
Dopo aver girato per oltre 2 ore, vedendo e fotografando gufi e civette, costeggiamo un boschetto e compare al nostro fianco posato un palo, uno splendido Bosuil (in olandese) ovvero un bell’allocco!
Anche se non riusciamo a fotografarlo, perché ci ha colto di sorpresa, il suo avvistamento è stato davvero emozionante.
Il tempo passa e noto i primi cedimenti nella nostra coppia belga e quindi decidiamo di riaccompagnarli al loro albergo a Lido di Volano.
Lungo la strada quando ormai manca davvero poco alla meta, ci ritroviamo presso l’Abbazia di Pomposa e proprio sullo snodo stradale notiamo un rapace notturno che compie evoluzioni autentiche, che ci lasciano senza fiato e risvegliano l’intero dal team. E' lo spettacolo più bello della serata.anche per me in 25 anni di esperienza vedere un così emozionante ed acrobatico show del gufo è degno di un ricordo sottolineato in grassetto.
E’ un gufo comune! SI esibisce in un raffinato “spirito santo”, peculiarità acrobatica dei gheppi e di alcuni falconi, ma come possiamo notare dal vivo anche il nostro prode Gufo non è meno abile! E ci concede anche un tuffo tra gli incolti, a pochi metri dalla strada: Lode e Chiara si preparano a scattare foto...! 
L’arvicola finisce tra gli artigli del gufo, la cena è servita! Ancora una volta l’efficienza di questo predatore lascia senza parole gli spettatori ovvero il nostro gufotuber team, mezzo italiano e mezzo belga! 
Tineke, Lode e Marco (ph. C.Guadagnini)
Dopo questo splendido show, con lo sfondo animato dalle linee decise dell’abbazia di Pomposa, si torna a casa e riportiamo i nostri amici belgi all'hotel; è stato un piacere condividere con loro queste emozioni... con quasi una ventina di rapaci notturni in na sola notte!
Un saluto quindi a Lode e Tineke alla prossima avventura, auguri per l'ormai prossima nascita dell'erede... 
Per chiunque volesse chiedermi informazioni potete farlo scrivendo qui. 
Un gufociao a tutti!