mercoledì 9 dicembre 2015

Un fantastico libro sulla "civetta capogrosso" dal grande gufologo finlandese Korpimäki (I libri sui gufi: 1° puntata)


Cari amici dei gufi, oggi vi presento una recensione  di un bel volume che ho acquistato da poco, si tratta di Boreal Owl di Erkki Korpimäki e Harri Hakkarainen, edito da Cambridge University Press. Iniziamo questa nuova rubrica, dedicata alle recensioni dei libri "gufosi". 

Pulli di civetta capogrosso (ph. Nick Saunders)

Un libro splendido, che vi permetterà di scoprire i segreti della civetta capogrosso, una delle specie meno conosciute e studiate in Italia e che sarà oggetto dei miei studi l’anno prossimo in Piemonte, ed anzi se qualcuno vuole aiutarmi e collaborare mi aiuti... scrivetemi qui.
Diffusa nelle regioni del Nord America forestali tra cui le Montagne Rocciose, nella fascia più settentrionale dell’Europa ma anche sui Pirenei e sulle Alpi naturalmente, questa piccola civetta alpina è stata studiata a lungo dagli autori che hanno analizzato ogni aspetto eco-etologico in questo prezioso volume. 
Gli americani la chiamano Boreal Owl noi in Europa la chiamiamo Tengmalm’s Owl ma è lo stesso predatore. Ora entriamo nel vivo e analizziamo questa opera. 

Il volume tratta tanti argomenti in modo molto approfondito, pensate che il libro si apre con una rassegna analitica delle metodiche di determinazione del sessoe analisi del piumaggio con fotografie e dettagli davvero precisi che permettono di riuscire a comprendere molto delle peculiarità del piumaggio e della muta di questo Strigide. 
Erkki Korpimäki è uno dei più grandi esperti mondiali di gufi e non a caso è stato scelto dalla Cambridge University per realizzare questa opera e partendo dai suoi pluridecennali studi in Finlandia ci permette di fare un vero excursus sulla scelta dell’habitat operato da questo predatore nondimeno gli autori guidano il lettore alla scoperta dell’enorme potenziale della cassette nido come strumento per facilitare i monitoraggi ma anche per tutelare la specie e perché no, favorirne l’incremento demografico.
Come costruire un nido, a che altezza posizionarlo, i dati scientifici di chi li ha installati in un capitolo che vi affascinerà.
Ovviamente ed era lecito attenderselo, come in ogni bel volume dedicato agli Strigiformi ci sono approfondite considerazioni sulla dieta che ovviamente varia molto in funzione della latitudine.
Oltre a darvi un curatissima review sulle predazioni operate nei due continenti verso i micromammiferi si analizza anche la predazione, talvolta numericamente significativa, verso l’ornitofauna.
Tra i 26 studi comparati i dati sono davvero sorprendenti con episodi di predazione operati dalla capogrosso “mangiandosi” tra gli altri: rampichini, frosoni, merli, tordi, rondini, rondoni, prispoloni, torcicolli, passere scopaiole, zigoli gialli, ciuffolotti e persino giovani francolini di monte!
L’analisi delle prede è avvenuta prendendo in considerazione diversi parametri: il luogo di caccia, il periodo dell’anno (la stagionalità), le condizioni fisiche degli animali, la fitness... ecc.
Straordinario, pensando alla difficoltà di raccolta dei dati, risultano i capitoli e i paragrafi dedicati all’analisi della biologia riproduttiva.. con dati raccolti sul campo da Erkki Korpimäki in tanti anni nelle foreste lapponi.
Quando in un volume trovate oltre 40 pagine di riferimenti bibliografici vi rendete conto di essere di fronte davvero ad un’opera “omnia” della misteriosa “capogrosso”. 
Per alcuni aspetti, considerato quanto poco si sa su questo predatore in Italia, leggere questo libro è come aprire una porta su un mondo sconosciuto. Resterete ammaliati. Ovviamente il libro è in inglese, quindi un minimo di conoscenza della lingue anglosassone è necessaria, ma lo ritengo uno dei libri più completi e ricchi di informazioni che abbia mai letto.
Un grande e sincero complimento ai due autori e tanta ammirazione per la loro dedizione.
Qualche info generale sul libro.
Boreal Owl Ecology, Behaviour and Conservation of a Forest-Dwelling Predator
autori: Erkki Korpimäki e Harri Hakkarainen
edizioni Cambridge Press Univ. (luglio 2014)
406 pagine (dimensioni 244x170x21 mm)
peso oltre mezzo kilo!
contiene 143 illustrazioni in bianco e nero, 41 fotografie a colori e ben 43 tabelle. Prezzo 56 €
Unica pecca, forse la cura delle immagini fotografiche a colori potevano meritare una qualità di stampa migliore. 
Non mi resta che consigliarvelo, se amate la civetta capogrosso o i rapaci notturni. 
Per qualsiasi informazione, domanda o per collaborare alle ricerche sui rapaci notturni che conduco da oltre 25 anni potete scrivermi qui. 

Un saluto dal vostro Owlstoryteller!