lunedì 30 novembre 2015

Sui navigli in caccia di gufi da collezione

Metti un mercatino d’antiquariato tra i più belli d’Italia, i navigli milanesi a novembre incorniciati da un bel sole e tanti gufetti da collezione e... il gioco è fatto! 
Ecco confezionato per voi un post diverso dal solito, ma sempre gufoso curato dal vostro owlstoryteller.
Un consiglio per un weekend in caccia di gufi a Milano, scritto da un milanes 100% come me!
alcuni dei gufi visti a Milano (ph. M.Mastrorilli)
Erano almeno 7 o 8 anni che non andavo nella mia città a vedere i mercatini sull’alzaia dei navigli (il lavoro incombe sempre!) e devo dire che ho ritrovato uno scenario davvero splendido, con una darsena che ha ripreso vita, grazie al recente progetto di riqualificazione legata ad Expo 2015. Un’eredità lasciata ai milanesi da questo grande evento appena trascorso. 
Tantissima gente e un’atmosfera molto coinvolgente. Il francese che si confonde con gli idiomi milanesi, l'inglese con il periplo di dialetti italiani che si incrociano lungo l'alzaia. 
I navigli diventano più belli ogni volta che li visito, con tanti turisti stranieri in giro tra le bancarelle. Ricordo che il mercatino si svolge sempre ogni ultima domenica del mese e qui trovate le date ben definite.
un dettaglio dei navigli e il battello che gira su questi corsi d'acqua  (ph. M.Mastrorilli) 
le alzaie del naviglio (ph. M.Mastrorilli)
Quindi, andando per gradi, arrivati a Milano, parcheggiamo a Famagosta, metro linea verde e dopo solo due fermate ci ritroviamo a Porta Genova. Solo 3 minuti a piedi e siamo già sulle prime bancarelle.
Il mercatino è ricco di espositori con le più svariate tipologie di merci. Ci potrete trovare di tutto, ma io oggi sono un action “owlblogger” e vi racconterò dei gufi che ho trovato.
Macchina al collo giro curiosando a destra e sinistra delle strade in cerca di oggetti da vedere, fotografare e ammirare. 
Ovviamente come sempre, cerco qualche libro, ma non è facile trovarne sui gufi, sebbene su alcuni banchi siano disponibili centinaia e centinaia di titoli. 
Persino nei locali del Libraccio, entro in caccia di libri di ornitologia o di gufi, ma oggi la ricerca in tal senso produce esiti infruttuosi. L’unico gufo che intercetto lo trovo su una copertina in bianco e nero molto bella. Un copertina gufosa che non conoscevo! 
Il libro è Clyto nel paese dei sogni colorati (Logos Press editions) di Luigi Grecchi e Max Pistoglio, un bel volume a fumetti, ma non è adatto ad entrare nella mia collezione bibliofila.
copertina di Clyto nel paese dei sogni colorati (ph. M.Mastrorilli)
Girando di banco in banco mi soffermo anche per scattare qualche inquadratura dei navigli   che brulicano di persone e anime in cerca di ricordi, emozioni e incontri di alcuni oggetti che magari non vediamo da anni. Si perché i mercatini ti fanno rinverdire ricordi che avevi quasi sopito: ad esempio ieri ho visto la pubblicità della Permaflex, l’omino gommato Pirelli, le vecchie bottiglie di coca cola anni ’70 e su questo banco i personaggi Disney di Paperopoli & C. con splendide statue in legno. Una foto ve la regalo anche se non è gufosa ma “paperosa”.
Una straordinaria finestra Disney (ph. M.Mastrorilli)
I locali dei navigli poi sono bellissimi, di tendenza e sono un vero spettacolo per gli occhi e per la gola. Qui design, vintage, eleganza e arte non sono solo parole ma una fusion di emozioni che si riversano direttamente dagli occhi nella nostra anima.
In qualche angolo è possibile persino entrare in qualche cortile. 
Non ci crederete, ma le case evocate da Celentano nella celebre canzone Il Ragazzo della via Gluck, qui sembrano saltar fuori dai vinili e avvolgervi in una atmosfera in cui voi sembrate quasi spettatori di una Milano che fu!  Ringhiere, scale esterne... la Milano che fu... la mia città, ieri ero davvero fiero di essere milanese. Ero quasi un turista nella mia città, una bella sensazione.
cortile milanes (ph. M.Mastrorilli)
dettaglio vecchio edificio milanese (ph. M.Mastrorilli)
Una Milano “vintage” che trova nuova vita grazie a pittori,artisti, antiquari, shop e ristoranti. 
Qui non potevo esimermi dallo scattare qualche shot!
A questo punto, se vi piace il cioccolato, il gelato non avrete che l’imbarazzo della scelta, Ma torniamo a buttarci nei mercatini. 
Tantissimi espositori e a questo punto vi inserisco qualche immagine di gufi che ho visto e fotografato per voi. 







Non c’è che dire, abbondano i soprammobili molti in vetro o ceramica, qualcuno in ghisa o in ferro battuto.

Una visita a questo mercatino non vi deluderà, perché gli espositori sono tanti e qualche gufo da collezione lo troverete sempre. 
Senda dimenticare che una pausa ristoratrice vi permetterà di mangiarvi un super cotoletta alla milanese! Un consiglio il ristorante Alzaia 26. 
cotoletta (ph. M.Mastrorilli) 
Ristorante Alzaia 26 (ph. M.Mastrorilli)
Un saluto dal vostro Owlstoryteller! Chiunque voglia contattarmi per informazioni, curiosità o altro... potrà farlo scrivendo qui
Alla prossima gufoavventura!