venerdì 13 novembre 2015

Osteria del Gufo a Perugia: cucina a km 0 e atmosfera molto gufosa: non perdetevi questa tappa (I Consigli per i guforistori 4° puntata)


Durante il mio penultimo viaggio verso l’Abruzzo per ritirare il premio letterario nazionale Parco Majella (luglio scorso), abbiamo fatto una tappa a Perugia, perché oltre a vivere la magia di Umbria Jazz, abbiamo testato per voi, un locale speciale che sono certo vi farà innamorare  (la qualità e la suggestione sono garantite): l’osteria del Gufo.

Osteria il gufo (ph. M.Mastrorilli)
Osteria il Gufo (ph. M.Mastrorilli)
Per trovare questa gemma della cucina perugina dobbiamo raggiungere via della Viola, un piccolo vicolo davvero suggestivo, nel cuore più vecchio e caratteristico della città, ove tra salite discese scoprirete un luogo davvero speciale.
L’Osteria il Gufo nasce nel 1990 dalla geniale unione di due cuochi professionisti, Luca Pisauri e Michael Paslawski. Grandissima cura è prestata nella selezione delle materie prime, per una cucina a km 0 che come dichiarato dal sito ufficiale è reale e si materializza nei piatti splendidi che ci apprestiamo a degustare. Il nome del Gufo è legato ad  una decorazione presente nel negozio che risale all’attività precedente, che rimasta dopo il restauro ha ispirato il nome e da lì è nata questa grande fusion tra gufi e grande cucina.



Si trova a due minuti dal centro di Perugia per questo è perfetto per una degustazione per tutti i turisti i prezzi sono giusti; una vera osteria dove potrete apprezzare funghi, tartufi e molte specialità come il lombetto alla perugina cucinato ad arte. 
Via della Viola è una di quelle stradine che conservano intatto il fascino di una Perugia vera, un locale per riscoprire i sapori della tradizioni, talvolta rivisitati con stile e gran gusto... ma come potete immaginare quello che troverete è il Gufo che vi accompagnerà per tutto il pranzo o cena.
Noi abbiamo scelto l’orario di cena, verso le 21, perché poi si entrava nel vivo di Umbria Jazz e non volevamo perderci questo grande evento (uno dei più belli cui ho partecipato).
Certo che il  lavoro di owlstoryteller è davvero duro! 
Scherzi a parte... per avere una recensione... il locale deve avere saperci coinvolgere con gufi, atmosfera e buona cucina. Questa ricette sono presenti nell’osteria del Gufo.
Una volta seduti l’atmosfera ci permea di una sensazione di relax e tranquillità: una tovaglietta in carta-paglia con un simpatico gufo (bel disegno), una candela con il suo caldo calore e un bicchiere di coccio (terracotta) decorato a mano con il gufo (logo del locale), ci fa capire che il vostro owlstoryteller si sente a casa.

suggestione gufosa... (ph. M.Mastrorilli)

A questo punto si mangia!
Guardiamo il menù e scorrendo la lista c’è una bella scelta, la cucina è a vista e si percepisce armonia, ordine e pulizia. 
Arriva la cameriera (gentile) ma non abbiamo ancora deciso... 
Tra i primi spiccano, tra gli altri: maltagliati ai funghi porcini, chitarrini al tartufo nero e un risotto di farro con radicchio e mascarpone. Vada per il primo! 
Il secondo mi porta a prendere un bella costata di manzo alla griglia mentre Stefania prende il lombetto alla perugina. 
Lombetto alla perugina (ph. M.Mastrorilli)

Costata alla griglia con sformato di patate (ph. M.Mastrorilli)
I piatti sono ben presentati, la mia carne con uno sformato di patate favoloso...ma mentre stavamo degustando le specialità, non potevamo non vedere un dolcetto... che portato ad un tavolo vicino, ci ha richiamato... alla fine credetemi sarà uno dei dolci più buoni e particolari mai mangiati...
Budino di patate e mandorle. Quindi decidiamo di castigarlo. 
Quando arriva questo budino ci colpisce per consistenza, ma appena le papille gustative entrano in contatto... è sublime estasi! Davvero buoni... solo questo dolce merita la cena...ma anche il resto è molto buono!
Budino di patate e mandorle (ph. M.Mastrorilli)

Marco owlstoryteller (ph. S.Montanino)
A questo punto vado a fare qualche foto nel locale e con Luca, proprietario del locale!
Luca, cuoco e ispirato creatore dell'osteria il Gufo e Marco il vs. owlstoryteller (ph. S.Montanino)

Cari amici “gufomaniaci” se amate i gufi ... il locale è davvero gufoso nel modo giusto senza eccessi... ma...  la cucina è molto molto buona... che fare? 
ottima la scelta dei vini (ph. M.Mastrorilli)

anche al bicchiere... (ph. M.Mastrorilli)

Se passate da Perugia, fermatevi il posto è armonioso, accogliente, la cucina ottima... segnatevi Via della Viola 18... Osteria del Gufo (per prenotare a Luca chiamate il tel. 075 573 41 26). Qualche info pratica: Orario di apertura:
dal mercoledì al venerdì: aperto solo la sera, dalle 18.30 in poi;
sabato e domenica: aperto a pranzo (12.00 – 15.00 circa) e a cena (dalle 18.30 in poi)
Vi aspettano anche per l’aperitivo!
Non perdetevi nemmeno Umbria Jazz uno degli eventi più belli che ho visto... in vita mia. Una rivelazione!
Umbria Jazz 2015 grande musica e passione! (ph. M.Mastrorilli)
Perugia invasa da centinaia di migliaia di persone.. (ph. M.Mastrorilli)

Un saluto e un grazie a Luca per la simpatica chiacchierata post cena.

Per qualsiasi domanda sui gufi (quelli vivi e veri), per collaborare ai miei progetti scientifici, per diventare attenti gufologi... scrivetemi pure
Un saluto dal vostro owlstoryteller! 

il locale L’osteria del Gufo è stata provata luglio 2015.