martedì 23 febbraio 2016

Il gufo “bianco” trascorre l’inverno in Serbia


Abbiamo già in passato parlato su questo blog delle anomalie di colore dei piumaggi dei gufi (ecco qui il link) e per questo oggi più che esporvi un approfondimento, voglio segnalarvi un caso di svernamento insolito di gufo comune (Asio otus) in Serbia riportato da Ivan Djordjevic, ornitologo locale.
Ricordo il film di Francesco Nuti, Tutta colpa del Paradiso, dove uno dei protagonisti era un ricercatore di stambecchi che cercava la “bestia” ovvero lo stambecco bianco e faticava non poco a trovarlo, qui invece la ricerca è stata facilitata da una segnalazione.
Infatti nella regione del Banat nel Nord della Serbia era presente un roost di gufi comuni all’interno di una scuola (frequenti questi episodi “scolastici” anche in Italia leggi qui), e quando il direttore del plesso scolastico ha informato Djordjevic della presenza di un gufo bianco, la curiosità ha davvero messo le ali al “nostro prode ornitologo” che si è recato sul posto ed ha verificato la presenza di questo individuo completamente bianco.
Le foto sono di Ivan Djordjevic. Febbraio 2016.



Pur ipotizzando che si possa trattare di un soggetto albino, in realtà il fatto che non sia stato possibile vedere il colore degli occhi ha impedito con certezza di escludere che si tratti (sebbene sia meno probabile) di un soggetto leucistico.


Sono in corso ulteriori rilievi, appena saprò qualcosa di nuovo aggiornerò il blog.
Nel frattempo vi segnalo anche questo dato interessante di un individuo albino ritrovato in Bielorussia ed oggi tassidermizzato e conservato presso il Museo zoologico universitario di Minsk. Il ritrovamento in quel caso risaliva all’8 agosto 1998. 


Nel nostro caso invece, per fortuna, il gufo comune “bianco” serbo sta bene e chissà che non decida di spostarsi dalla Serbia e magari farci visita.
Occhio quindi al Gufo bianco!
Per qualsiasi informazione, curiosità sui gufi potete scrivermi qui.
Ringrazio Milan Ruzic per la segnalazione e Ivan Djordjevic per le immagini.

Un gufociao dal vostro owlstoryteller!